Chi sono

Esperienze, attività, formazione.

Rita Colantonio, la creatività come scelta di vita e la magia di una città

Dopo aver conseguito una Laurea in Economia e Commercio presso l’Alma Mater Studiorum all’Università degli Studi di Bologna, Rita Colantonio decide di tornare sui libri per affrontare una nuova sfida diversa e distante dai bilanci e dai 740. Studia dizione, fonetica e doppiaggio con Rodolfo Bianchi, Susanna Javicoli, Massimo Giuliani, Silvia Luzzi all’Accademia Nazionale di Arti Cinematografiche di Bologna. L’amata città emiliana è lo scenario dell’inizio di un nuovo percorso creativo e di vita. La voce diventa per Rita oggetto continuo di studio, lavoro, approfondimento e ricerca, il filo rosso che unirà tutte le sue attività artistiche.

Impegno e formazione continua

Convinta che gli artisti, come gli atleti, non debbano mai smettere di allenarsi e studiare, Rita Colantonio frequenta numerosi stage di recitazione (Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, Teatro Sonoro presso Radio Rai di Via Asiago, Actors Center, Centro sperimentale di cinematografia CSC a Roma e Accademia dei Filodrammatici a Milano). Nel corso degli anni approfondisce gli studi di recitazione, sceneggiatura e analisi del testo con alcuni dei più grandi maestri del panorama artistico nazionale internazionale: John Strasberg, Susan Batson, Bernard Hiller, Michael Margotta, Danny Lemmo, Dominique De Fazio, Ennio Coltorti, Mario Maldesi, Michele Placido.

Prestigiose collaborazioni professionali

Anni di studio e impegno tenace premiano il percorso artistico di Rita Colantonio che come attrice e voice talent collabora con la Rai in documentari (Geo&Geo, Alle falde del Kilimangiaro, La Superstoria, Via Pasolini), TV Movie, fiction (La moglie cinese, Don Matteo), con Mediaset e Sky in serie televisive (doppiaggio della serie “Even Stevens”), a Radio Rai e con le principali società ed agenzie nel campo dell’audiovisivo (pubblicità, doppiaggio, audiolibri, corporate, eventi, videogiochi, booktrailer).

Alcuni dei marchi con cui Rita Colantonio ha collaborato:

  • Dreamworks
  • Discovery Channel
  • Disney Channel
  • RAI Radio Televisione Italiana
  • Mediaset
  • Sky
  • Luxvide
  • Cattleya
  • Colorado
  • Duea
  • Giostra Film
  • Thè INFRE’
  • Baileys
  • Bugatti
  • Boscolo International Hotel chain
  • UNIPOL international banking Group
  • Just cosmetici
  • Diesel
  • Videogames Alarm & Conquer
  • Videogames Harry Potter
  • Bialetti
  • LIDL Global Discount Supermarket
  • Cisco
  • Germaine de Cappucini
  • Hitachi Medical
  • Zetes
  • Forbo
  • Amway Group

Il cinema, la TV , il teatro e il doppiaggio di Rita Colantonio

Sotto la direzione di uno dei registi italiani più amati e prestigiosi, Pupi Avati (bolognese!) Rita Colantonio ha lavorato come voice over in una serie di documentari per la CEI trasmessi da Raisat2000. Proprio con Pupi Avati avrà il suo battesimo sul set cinematografico nel film “La seconda notte di nozze” che parteciperà al Festival di Venezia nel 2005.
È stata attrice nella serie televisiva “Don Matteo” con la regia di Elisabetta Marchetti, trasmessa da RAI UNO, e attrice nella sit-com “All Stars” diretta da Massimo Martelli e trasmessa da ITALIA 1.
Torna a lavorare per il cinema con Luca Lucini nel film “Solo un padre” e in “Letters to Juliet” diretto da Gary Winick. Nel 2014 Rita Colantonio interpreta Giovanna, l’unica figlia del compianto Sergio Fiorentini, protagonista del film per il cinema ”Il mio giorno” di Stefano Usardi.
Nello stesso anno al Teatro dell’Angelo di Roma l’attrice è protagonista in “Maria Cristina di Savoia”, scritto e diretto da Mariù Safier.
Il fascino di Bologna e di Lucio Dalla, uno dei figli più carismatici di questa città, come una magica calamita, riportano l’attrice nel capoluogo emiliano. Infatti nel 2017 il regista Riccardo Marchesini e lo sceneggiatore Cristiano Governa, entrambi bolognesi, scelgono Rita come protagonista di uno degli episodi del film per il cinema “Caro Lucio ti scrivo”, un poetico omaggio dedicato ai protagonisti delle canzoni del famoso cantautore bolognese. Rita interpreta nel film Meri Luis, l’ex ragazza prosperosa e sognatrice, ora donna matura e segnata dalla vita, dell’omonima canzone di Lucio Dalla.

La Radio è il primo amore di Rita Colantonio

Il suo approccio con la radio inizia a 14 anni, quando per la prima volta “scopre la sua voce al microfono” in una piccola radio di provincia, Radio Sfera, la stessa dove un giovane e a quei tempi sconosciuto Roberto Pedicini, oggi bravissimo e famoso doppiatore, si alternava con Rita nella conduzione di programmi e registrazioni di spot pubblicitari. Da allora l’attrice e voice talent Rita Colantonio continua la formazione e lavora in numerosi progetti collaborando con la Rai (“Approfittando di E. Lee Masters” liberamente ispirato ad Antologia di Spoon River, regia di Francesco Anzalone per Radio Scrigno e “La passeggiata” voce femminile nelle 13 puntate di L.Happacher RadioRai, Rai3), Mediaset, Sky e diventa la voce di numerose pubblicità sui principali canali radio e tv nazionali.
La professionalità e l’esperienza maturata nel corso degli anni creano per la prima volta in Rita l’esigenza di realizzare un proprio progetto.
Il format “Lettere d’amore” risponde a questa esigenza e nel 2006 Rita Colantonio dà vita ad un progetto tutto suo, dalla scrittura alla messa in onda. Nasce così dal format l’omonimo programma radiofonico “Lettere d’amore”, trasmesso dalla Rai su Radio 2. 14 puntate delle quali Rita è autrice, regista, conduttrice, interprete, produttrice e a cui partecipano prestigiosi ospiti (Valerio Massimo Manfredi, Raffaele La Capria, Riccardo Cocciante, Samuele Bersani, Gaetano Curreri degli Stadio, Mimmo Calopresti, Giorgio Celli, Giulio Scarpati).

Audiolibri e Reading

In seguito la voce di Rita Colantonio viene scelta per interpretare Esther Cohen, la protagonista dell’audiolibro “Ritorno ad Auschwitz”, una storia vera e toccante, scritta da Riccardo Abati.
Per il booktrailer del suo romanzo “Villa Metaphora” lo scrittore Andrea De Carlo sceglie la sua voce.
Rita partecipa ad eventi culturali e reading interpretando alcuni brani tratti dal romanzo di Mariapia Veladiano “La vita accanto” (finalista Premio Strega, Premio Calvino), dal libro “La stanza creativa” di Piera Legnaghi, artista, scultrice ed autrice veronese, dal libro di Lella Golfo “Ad alta quota” e nella Giornata contro la violenza sulle donne Rita Colantonio interpreta il dramma “Isolina” di Silveria Gonzato.

Rita Colantonio sceneggiatrice e regista: nasce il marchio RC Produzioni

Sensibile alle tematiche dell’universo femminile, Rita Colantonio decide di usare un altro linguaggio, quello delle immagini, per realizzare a tutto tondo un altro progetto, il cortometraggio “Donne di sabbia” (“Women of sand”), selezionato nei principali festival internazionali (Cannes, David di Donatello, Clermont-Ferrand, Montecatini, Sguardi Altrove “Women make Movies, Amore & Psiche).
Per il suo corto “Donne di sabbia”, la prima produzione realizzata con il suo marchio RC Produzioni, Rita Colantonio riceve a Palazzo Reale a Milano da Rutger Hauer, Presidente di I’ve seen Films Festival, il premio come Best First Work e in Spagna dalla giuria internazionale del festival FILMETS riceve il premio Venus come Migliore Attrice protagonista.
Nel 2012 il brano “I like my coffe”, tratto dall’Ep “By my side”, 6 brani inediti di cui Rita è autrice e interprete, diventa un videoclip, connubio tra Cinema e Musica, conquistando in Spagna l’attenzione della Giuria internazionale di FILMETS, festival in cui Rita è l’unica italiana presente in finale con i due suoi progetti (il Videoclip e il Cortometraggio con cui vince il Festival).
Nel 2016 l’attrice torna in Spagna perché la Direzione di FILMETS le chiede di partecipare di nuovo al Festival, stavolta come membro della Giuria internazionale.

Rita Colantonio è insegnante del Masterclass del Teatro Nuovo di Verona

Dal 2014 Rita Colantonio è docente di Dizione e Uso della Voce al Teatro Nuovo di Verona per il Masterclass di Recitazione
il riconoscimento di una professionalità che si è misurata nel tempo con i maggiori player televisivi e cinematografici e che ha identificato l’artista come una delle migliori voci femminili nel panorama professionale italiano.
Nel 2017 per i suoi studenti, i giovani attori del Masterclass del Teatro Nuovo di Verona, Rita realizza come direttore artistico e regista, un altro progetto firmato RC Produzioni: è un breve video in cui i giovani studenti di recitazione raccontano impressioni e ricordi sul percorso di studio, emozionando con il loro talento, i loro sguardi e i loro sogni, gli spettatori del Teatro Alcione, dove il video è stato proiettato per la prima volta.

Rita Colantonio e il canto

Per l’artista abruzzese la voce è il denominatore comune delle sue diverse attività creative e professionali, oggetto ventennale di studio e di appassionata ricerca personale, di una connessione profonda che passa attraverso l’espressione della parola, ma anche attraverso il canto.
Il suo approccio alla musica inizia a 14 anni, in una piccola radio di provincia come conduttrice di programmi, privilegiando l’ascolto delle voci più amate delle grandi signore del jazz e del blues di tutti i tempi: Billie Holiday, Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Nina Simone fino alle grandissime interpreti dei nostri giorni Diane Schuur, Cassandra Wilson, Diana Krall, Norah Jones, Sophie Milman, Shirley Horn. Successivamente presso l’Accademia di Musica Moderna studia canto con i maestri Paolo Fabris, Andrea Sorgini, Claudio Sebastio. Per completare la formazione artistica attoriale, Rita Colantonio approfondisce gli studi con l’attrice-cantante americana Mary Setrakian, artista di musical a Broadway, vocal coach della Disney e di cantanti e attori famosi in tutto il mondo: con lei studia Tecnica attoriale applicata al canto e da contralto si specializza in canto jazz. Iscritta alla Siae Sezione Musica, D.O.R., Cinema, OLAF è autrice con Massimiliano Titi del brano “Lettere d’amore”, sigla e tema musicale delle 14 puntate dell’omonimo suo programma realizzato per Radio2.
Al suo primo Ep “By my side” (etichetta Maxysound) hanno partecipato i jazzisti Kyle Gregory, Piero Odorici, Max Negri, Claudio Sebastio, Fabio Baù ed è pubblicato sui principali stores di musica (iTunes, AllaboutJazz, KlickTrack, Juno, Nokia).
Nel 2012 Rita Colantonio realizza un altro progetto che dà vita ad un connubio tra Cinema e Musica: il brano “I like my coffee” tratto dall’Ep “By my side” diventa così un videoclip che racconta nel breve spazio di una ballad il microcosmo di un piccolo locale jazz di provincia. Di questo piccolo universo l’autrice delinea efficacemente le dinamiche e i modi in cui gli esseri umani di diversa età approcciano la vita e i sentimenti. Il progetto conquista l’attenzione della Giuria Internazionale di FILMETS – Festival Internazionale di Barcellona – che lo seleziona tra i videoclip in finale.

Area riservata